Che cos'è il grafico a tachimetro?

Il grafico a tachimetro assomiglia a un tachimetro e mostra una misura delle prestazioni rispetto a un obiettivo. Utilizza elementi di un grafico a torta o di un grafico a ciambella e un puntatore per indicare la posizione attuale di un valore. Spesso chiamati grafici a quadrante, sono costituiti da un semicerchio colorato per rappresentare le tappe fondamentali e da un quadrante che indica il risultato finale.

Esempio di grafico a tachimetro

I grafici a tachimetro sono un eccellente strumento visivo che comunica facilmente un'informazione in modo chiaro, come, ad esempio, il grafico dell'indice di massa corporea. La parte inferiore della scala inizia a 14 e la parte superiore termina a 34. La scala ha quattro colori: blu per 14-19 "basso", verde per 19-24 "buono", arancione per 24-29 "sovrappeso" e rosso per 29-34 "obeso". Il punteggio di un individuo può essere tracciato con l'ago puntato sul suo indice di massa corporea.

I grafici a quadrante sono spesso utilizzati nelle visualizzazioni di business intelligence. Comunicano le informazioni in modo chiaro, anche ai non esperti o a chi non ha familiarità con l'azienda. Sono spesso inclusi nei pannelli di controllo aziendali, come promemoria degli indicatori di prestazione chiave continui.

Grafico a tachimetro dimostrativo
Visualizzazioni/grafici con Spotfire
Dai un'occhiata a questa demo per vedere quanto Spotfire sia in grado di rendere facile la visualizzazione dei tuoi dati sotto ogni aspetto.

Quando è opportuno usare un grafico a tachimetro?

Il grafico a quadrante è un grafico semplice, ma con una rigida serie di criteri per il suo utilizzo:

  • Può misurare solo una cosa
  • Deve iniziare da 0, a meno che non ci sia un motivo urgente per non farlo
  • Deve essere lineare
  • Mostra una singola percentuale di risultati

Gli utilizzi ideali per un grafico a tachimetro possono includere qualsiasi cosa che abbia un obiettivo o un traguardo:

  • Lavoro eseguito a fronte di un volume totale di lavoro
  • Vendite realizzate rispetto all'obiettivo di vendita
  • Profitto rispetto all'obiettivo di budget
  • Nella gestione dei progetti, per definire scadenze e moduli
  • In economia e finanza, per mostrare dettagli ricercati e statistiche
  • Prestazioni di un team rispetto a indicatori chiave di prestazione misurabili
  • In ambito accademico, analitico, delle risorse umane e sanitario, per mostrare gli indicatori chiave

In un contesto aziendale, i dati sulle vendite sono un esempio ideale. L'obiettivo aziendale per le vendite annuali è fissato a 1 milione di dollari. Il grafico dell'indicatore parte da 0 e arriva a 1.000.000 di dollari. La scala è divisa in terzi in rosso, arancione e verde. Il raggiungimento delle vendite di fine anno viene tracciato con l'ago puntato su quel numero. Questo mostra immediatamente la posizione di un'organizzazione rispetto all'obiettivo di vendita.

Migliori pratiche per i grafici a tachimetro

Poiché questi grafici sono così semplici, ci sono poche regole od opzioni che possono essere modificate. La scelta dei colori del semicerchio è importante, soprattutto quando i colori cambiano. Per esempio, se un team misura il volume delle vendite, il primo terzo potrebbe essere rosso (a indicare una prestazione bassa), il secondo terzo giallo (a indicare una prestazione normale o accettabile) e infine l'ultimo terzo verde (a indicare una prestazione elevata).

L'indicatore deve sempre partire da zero, a meno che non ci sia un'ottima ragione per non farlo, come nel caso dell'indice di massa corporea, perché nessuno può sopravvivere con un IMC pari a zero. Se la misura è una percentuale, deve terminare al 100%, ma se è un valore, non c'è un limite prestabilito.

Vantaggi dei grafici a tachimetro

Semplici e di facile comprensione

I grafici a tachimetro misurano una sola cosa e presentano queste informazioni come un tachimetro. I valori sono facilmente distinguibili grazie alla codifica a colori, intuitiva e di immediata interpretazione.

Svantaggi dei grafici a tachimetro

Troppo semplici

Un grafico a tachimetro mostra solo grandi punti dati su un'area di grandi dimensioni. Altri grafici mostrano livelli di dettaglio più fini. Un grafico a tachimetro è un'ampia pennellata.

Nessun contesto

Poiché il grafico non mostra alcun contesto, non ci sono informazioni aggiuntive, quindi il grafico potrebbe essere fuorviante. Per esempio, se l'indicatore mostra le vendite totali dell'anno e l'ago si trova nel primo quadrante, potrebbe sembrare che il negozio abbia avuto una performance negativa. Tuttavia, se l'indicatore mostra i risultati dopo due mesi dell'anno finanziario, o per un negozio su dieci, manca il contesto.

Possono essere uno spreco di spazio

A volte si utilizzano più grafici a tachimetro quando sarebbe meglio un singolo grafico a barre o di altro tipo.

Non accessibili a tutti

Poiché i grafici a tachimetro utilizzano il colore per comunicare le informazioni, non sono adatti al daltonismo. Una grande percentuale di daltonismo riguarda il rosso e il verde, rendendo i colori semaforici inappropriati. Una parte significativa della popolazione è daltonica, quindi le aziende devono prestare attenzione ai colori che scelgono.

Un'azienda non è un aereo da caccia

Un indicatore in un aereo da caccia è tutto ciò che serve per visualizzare la velocità, l'altitudine o la pressione dell'aria, poiché si tratta di singole misure importanti. Al contrario, un'azienda ha bisogno di contesto, relazioni, storia e altri valori. È molto raro che una singola misura o un singolo valore possano essere utili se considerati da soli.

Software per grafici a tachimetro
Prova TIBCO Spotfire - Prova gratuita
Con TIBCO Spotfire, la soluzione di analisi più completa sul mercato, scopri facilmente nuove insight dai tuoi dati.

Alternative ai grafici a tachimetro

Grafici a bullet

I grafici a bullet sono una variante dei grafici a barre. Stephen Few li ha sviluppati per sostituire i grafici a barre, notando che permettevano di risparmiare spazio e di evitare il daltonismo. Semplicemente, assomigliano a termometri, che possono essere orizzontali o verticali. Vi sono gradienti di "successo" in scala di grigi e poi una barra più scura al centro, che indica il punto in cui la misura è stata raggiunta. Sono un ottimo sostituto dei grafici a quadrante, con l'aggiunta di gradienti di colore più piccoli e di misurazioni laterali.

Grafico a tachimetro avanzato

In un grafico a tachimetro avanzato, è possibile tracciare più di un ago su un singolo misuratore. È l'ideale quando si misura un singolo elemento, ma con diverse categorie. Per esempio, se una catena di negozi di elettronica ha lo stesso obiettivo di vendita, ma tutti raggiungono risultati diversi, questi possono essere tracciati con aghi diversi. Tuttavia, questa soluzione è efficace solo se la distanza tra gli aghi è sufficiente per una visione chiara.

Grafici a linee

Un semplice grafico a linee è una scelta migliore di un grafico a quadrante se i dati sono mostrati nel tempo, piuttosto che su un singolo valore. I grafici a linee sono facilmente comprensibili e possono presentare dati più complessi.

Grafici a barre o a colonne

Se le misure sono molteplici, è molto più adatto un grafico a barre o un grafico a colonne. Questi mostrano facilmente misure multiple, come le vendite realizzate da più filiali di negozi di elettronica. Con gli aghi multipli non c'è il rischio di perdere i dati. Inoltre, occupano meno spazio rispetto a più grafici a bullet o a tachimetro.

Grafici a ciambella e a torta

I grafici a torta e a ciambella, pur essendo simili nella forma e nell'aspetto, sono completamente diversi dai grafici a quadrante. Si riferiscono a dati non quantitativi e al modo in cui un insieme può essere suddiviso in singole parti.

Il futuro dei grafici a tachimetro

Sebbene i grafici a quadrante siano belli da vedere nei rapporti, i grafici a bullet possono essere un'opzione migliore. Risparmiano spazio e sono più facili da interpretare per i lettori. Un grafico a barre o a colonne è consigliabile se ci sono diverse misure per fornire un ulteriore contesto ai lettori.